stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
logo del comune
Comune di Cercenasco
Stai navigando in : Territorio e cultura

 

AFFRESCHI DI STORIA 
“UN’ARTE CHE SI AMMANTA DI ARCANO”

Cercenasco, un piccolo ma dinamico paese di grandi tradizioni, sito nella pianura pinerolese, aggiunge con la presente opera un tassello importante ai suoi già consolidati pregi di cultura, contribuisce ad approfondire con efficacia la cognizione del suo patrimonio di arte e di ricchezza di capolavori di gran valore, i quali nei secoli hanno assunto una rilevanza che va ben al di là dei semplici e ristretti confini del suo territorio per entrare di diritto nella Storia, punto di riferimento in varie epoche per artisti di notevole talento sparsi per il mondo.Il merito principale va accordato senza ombra di dubbio in primo luogo all’autrice, Viviana Moretti, una studiosa giovanissima, la quale denotando una grande determinazione ed un indubbio coraggio, tralasciando di ricorrere a troppe citazioni, è riuscita, con un’attività di ricerca meticolosa e senza sbavature, a rintracciare i collegamenti di una figura misteriosa, un frescante pressoché sconosciuto, come il Maestro di Cercenasco, con il linguaggio della bottega fouquetiana e la cultura figurativa transalpina, che egli sembra conoscere e reinterpretare con disinvoltura.

 

Viviana MorettiDa più parti ci si augurava che una tesi così circostanziata, attenta ai dettagli e nel contempo tanto originale, nonché precisa e puntuale, una tesi che ha ottenuto il massimo della considerazione in sede di discussione, unitamente alla dignità di stampa, trovasse un Editore che volesse pubblicarla ed un Ente in grado di sostenere la produzione del volume.

L’Amministrazione Comunale, sentendosi chiamata in causa, dal momento che la realizzazione di maggior spicco dell’artista, il suo vero capolavoro, si trova in Cercenasco nella cappella di Sant’Anna, considerando che il suo nome  è ascrivibile a questa località, da subito si è prestata al discorso attivandosi in tal senso.

Ne è nata una fattiva e fruttuosa collaborazione che ha portato ad un concreto quanto lodevole risultato. Il libro è di gran pregio, non solo per la parte tematica, frutto di un’analisi davvero ammirevole e aggiornatissima, condotta con uno stile lineare, stringente ed essenziale ma anche per la ricchezza evidenziata da un repertorio iconografico che spazia dagli affreschi alla miniatura, dalla pittura su tavola all’incisione, unitamente ad un’ottima veste grafica, merito indubbio della “Marco Valerio Editore”; quest’opera dunque rappresenta un buon servizio alla conoscenza di uno dei più straordinari, innovativi e affascinanti pittori tardogotici del nostro Pinerolese. Nel contempo si propone come “un affresco” di un periodo lontano, ma tuttora vivo e di eccelso prestigio per la nostra comunità, una  pietra miliare di un percorso storico-culturale indelebile, un omaggio dovuto ad un misterioso quanto straordinario personaggio le cui tracce sono destinate a rimanere per sempre e ad incidere  nell’animo e nella mente di intere generazioni a venire la bellezza ed il gusto di un’arte impareggiabile e raffinata.

Il Sindaco
Teresa Rubiano in Cucco

Comune di Cercenasco - Via XX Settembre, 11 - 10060 Cercenasco (TO)
  Tel: 011.9809227 - 011.9801874   Fax: 011.9802731
  Codice Fiscale: 85003050011   Partita IVA: 02332240015
  P.E.C.: cercenasco@cert.ruparpiemonte.it   Email: cercenasco@comune.cercenasco.to.it
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento