stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
logo del comune
Comune di Cercenasco
Stai navigando in : Territorio e cultura

Storia e Arte

L’esistenza del paese risale storicamente al secolo X allorchè era possedimento dei marchesi di Susa. Nel corso dei secoli il territorio, comprendente Cercenasco e dintorni, passò sotto il dominio di diverse casate, divenendo via via proprietà di famiglie nobili molto influenti: dai Manfredi, ai Bernezzo, dai marchesi di Saluzzo ai Valperga, dai Della Rovere ai Malabaila, per finire in mano ai Savoia, periodo nel quale avvenne l’invasione dei Francesi, che dopo la battaglia della Marsaglia distrussero il fortilizio esistente nell’abitato, compiendo saccheggi e razzie. Tuttavia, il paese seppe far fronte in varie occasioni alle turbolenze della storia, uscendone più volte integro e socialmente unito. Nel XIX secolo la Rivoluzione Industriale divampò in Europa apportando radicali cambiamenti nelle tecniche manifatturiere e alimentando l’impiego di tecnologie innovative e funzionali.
Cercenasco poté cavalcare l’onda positiva di questi mutamenti; sorse così un’attività legata alla filatura della seta che incrementò lo sviluppo economico e il numero di lavoratori impiegati nel settore.
A Cercenasco fanno bella mostra di sè edifici e strutture di notevole impatto artistico-architettonico. Al centro del paese si trova la Chiesa Parrochiale, dedicata ai S.S. Pietro e Paolo. Essa fu progettata dall’ing. Buniva di Pinerolo e risale al 1753. All’interno si possono ammirare due quadri dell’artista cercenaschese Rino Massa, nonché un dipinto antico in cui è raffigurato S. Firmino. Situata di fronte alla Chiesa Parrochiale si trova la Chiesa di S. Bernadino la cui edificazione si deve a Mons. Francesco Rasino, vescovo di Nizza, nativo di Cercenasco. Risalente al 1600, fu restaurata più volte e fregiata con affreschi di varie dimensioni.

 

E’ presente in questa struttura un quadro che raffigura un castello, che si presume fosse l’antico fortilizio del luogo, vicino all’effigie del Santo a cui la Chiesa è dedicata. La Cappella di Sant’Anna, per quanto di piccole dimensioni, è un esempio di magnificenza per i suoi affreschi quattrocenteschi, i quali coprono l’intera volta.

Le pitture, accreditate ad un pittore noto nei libri d’arte come “Il Maestro di Cercenasco”, raffigurano la “Storia di Maria”. Infine il Santuario di S. Firmino, dedicato al Patrono del paese che è situato in aperta campagna a circa un chilometro dall’abitato. La costruzione risale al XVI secolo. Lungo la direttice Cercenasco-Buriasco-Pinerolo, si trovano tre chiesette, di cui la più famosa è la Madonnina.

 

Cercenasco Ieri ed Oggi,  scarica la cartina

 

 

 

 

Comune di Cercenasco - Via XX Settembre, 11 - 10060 Cercenasco (TO)
  Tel: 011.9809227 - 011.9801874   Fax: 011.9802731
  Codice Fiscale: 85003050011   Partita IVA: 02332240015
  P.E.C.: cercenasco@cert.ruparpiemonte.it   Email: cercenasco@comune.cercenasco.to.it
Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie al solo fine di monitorare le attività del visitatore e poter migliorare i contenuti e l'accessibilità del sito stesso.    Approfondisciaccetto
accetto
Utilizzo dei COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene di proposito acquisito dal sito. Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né sono utilizzati cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L'uso di cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e scompaiono, lato client, con la chiusura del browser di navigazione) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito, evitando il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consente l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.
L'utilizzo di cookies permanenti è strettamente limitato all'acquisizione di dati statistici relativi all'accesso al sito e/o per mantenere le preferenze dell’utente (lingua, layout, etc.). L'eventuale disabilitazione dei cookies sulla postazione utente non influenza l'interazione con il sito.
Per saperne di più accedi alla pagina dedicata

Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie.
Provvedimento n.229 dell'8 maggio 2014 - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014.

Consulta il testo del provvedimento